“ Che le stelle ti guidino sempre e la strada ti porti lontano” – ancora dal Campo in Ciad

gruppo“ Che le stelle ti guidino sempre e la strada ti porti lontano”

Il buio è già calato su Abeché, quando arriviamo a casa di Claude. Sotto le stelle di una notte inaspettatamente luminosa, si ode, già dalla strada, la cantilena di una preghiera silenziosa ma insistente:

cinque o sei persone sono già raccolte attorno alla Parola di Dio, illuminata soltanto dal fascio di luce di una torcia elettrica. Quando si fermano, soltanto il silenzio: anche il vicinato sembra attendere paziente la fine della preghiera.

Claude è un venditore ambulante di medicinali, lavoro che a stento gli permette di mantenere i suoi tre figli e la moglie. Per guadagnare qualche soldo in più, anche lei fa qualche lavoretto al mercato, ma tante volte è più la fatica che il guadagno effettivo. Una situazione non facile, tanto più che a causa di questo, la moglie è caduta in uno stato depressivo che ha richiesto l’intervento di un medico. Continue reading

Prime notizie dal campo in Ciad

WhatsApp Image 2017-08-09 at 23.40.44Salam aleikum, aleikum salam

Eccoci qua dopo qualche giorno dal nostro arrivo in Ciad (Tchad). Tante cose sono successe e tante emozioni, sentimenti e pensieri ci affiorano nella mente.

Dopo aver salutato parenti, amici e tutti coloro che ci accompagnano in questo viaggio siamo partiti arrivando in capitale N’djamena. Siamo stati subito accolti dal caldo mescolato all’umidità di una notte ciaddiana che ci fa percepire che prima del nostro arrivo c’è stata una forte pioggia. Continue reading

Racconto di Mons. Henri Coudray

IMG_7676Ancora per conoscere meglio il Vicariato apostolico di Mongo, riportiamo qui la sbobinatura (parziale e con traduzione dal francese) di una testimonianza del vescovo Henri Coudray rilasciata all’inizio di agosto del 2016 (un anno fa) in occasione del suo passaggio a Modena.

“Sono Henri Coudray, gesuita francese e dal 2001 Vescovo della diocesi di Mongo, diocesi nella quale ci sono più del 95% di musulmani e meno dell’1% di cristiani cattolici e protestanti. Questa diocesi è una delle otto diocesi del Ciad. Nella mia diocesi ci sono il 95% di musulmani, ma in tutto, in Ciad, i musulmani sono circa il 55% e i cristiani circa 40%. Continue reading

Tetimonianza di p. Filippo missionario comboniano in Ciad

Il racconto più recente dalla diocesi di Mongo l’abbiamo avuto da p. Filippo Ivardi Ganapini missionario comboniano in Ciad che in questi mesi di “riposo” in Italia abbiamo incontrato alcune volte.
P. Filo ripartirà domani per Abéché dove accoglierà Agnese, Alessandro, Davide, Gloria, Linda, Matteo e Pietro che partiranno il 3 agosto.
Questo il video integrale della sua testimonianza del 5 giugno presso la parrocchia di san Benedetto a Modena
Grazie p.Filo!

padre Franco Martellozzo, gesuita a Mongo

IMG_3195Continuiamo a conoscere il vicariato apostolico di Mongo e questa volta lo facciamo attraverso la figura di p. Franco Martellozzo, gesuita, in Ciad da oltre 50 anni.  P. Franco è stato ospite a Modena nell’ottobre del 2015 in occasione del convegno “Cibo per tutti?” organizzato dalla Caritas Diocesana modenese. Ha raccontato in particolare l’esperienza delle banche dei cereali che in Ciad hanno contribuito ad aiutare molte comunità.

Continue reading

Dal campo estivo ad Abéché – agosto 2014

Continuiamo a pubblicare materiale utile a conoscere il vicariato apostolico di Mongo in Ciad.

CIMG6361Questa volta si tratta di un articolo e di un breve video con alcune foto, scattate soprattutto ad Abéché nell’estate del 2014, quando dieci giovani modenesi per la prima volta hanno visitato questa che (come leggiamo nel sito della diocesi) “per la sua posizione geografica e per le persone che la abitano è una “Chiesa delle frontiere”: tra deserto e praterie; tra le popolazioni nomadi e stanziali; tra le tribù arabe e negro africane; tra l’Islam, il Cristianesimo e l’Animismo; tra i cristiani del nord del paese e quelli del sud”.  Continue reading

da Nostro Tempo numero 31 del 2016

Henri Coudray dopo un incontro a Brandola nell'agosto 2016

Henri Coudray dopo un incontro a Brandola nell’agosto 2016

Come anticipato pubblichiamo alcuni contributi per conoscere meglio il vicariato apostolico di Mongo che il vescovo Erio visiterà alla fine di agosto.
Questo è un articolo di Maria Pia Cavani che nell’agosto del 2016 ha incontrato Henri Coudray, vescovo di Mongo.

Ha trascorso  alcuni giorni  d’estate a Modena mons. Henri Coudray, vescovo  di  Mongo, in Ciad, una  diocesi che al 96% è abitata da musulmani e comprende un territorio vasto quasi il doppio dell’Italia. Nel  2014, nella sua precedente visita a Modena,  così raccontava di sé: “Ho 72 anni, sono in Africa da 40: i primi tempi in Ciad, poi ho trascorso  5 anni in Costa d’Avorio; ho iniziato la mia formazione con i Gesuiti, poi ho svolto in Ciad il servizio civile: qui ho sentito in modo netto la chiamata missionaria, ed in particolare ho avvertito la necessità di costruire un ponte tra cristiani e musulmani, con un’esperienza di Chiesa di strada, che costruisce legami con le persone”.

Ancora una volta – quando lo abbiamo incontrato  la notizia dell’uccisione di padre Jacques Hamel, a Rouen, era ancora nelle pagine di cronaca –  ci confrontiamo  con lui sul tema delle relazioni tra Islam e Cristianesimo, nella complessità attuale. Continue reading

Un viaggio importante per la nostra Diocesi

testata incontra

Come abbiamo già scritto alla fine di agosto il vescovo Erio si recherà in Ciad. In questa intervista a Nostro Tempo spiega lui stesso le ragioni di questo viaggio.

Per sentirci tutti partecipi di questo momento abbiamo deciso di pubblicare sul nostro sito e su Facebook, a partire dai prossimo giorni, alcuni articoli, video e foto che possono aiutarci a conoscere meglio il Vicariato Apostolico di Mongo.

Il vescovo Erio sarà preceduto in Ciad da Agnese, Alessandro, Davide, Gloria, Linda, Matteo e Pietro, sette giovani della nostra Diocesi che partiranno già il 3 agosto. Li saluteremo con una messa presieduta da p. Filippo Ivardi Ganapini, missionario comboniano in Ciad, domenica 30 luglio alle ore 18 presso la chiesa parrocchiale di Selva (Serramazzoni). Dopo la messa di potrà mangiare qualcosa insieme.

Contiamo sulla preghiera di tutti e vi aspettiamo a Selva!

Lettera di suor Federica Tassi dall’Ecuador

federica_corsistiCari amici e amiche!
Oggi ho concluso il corso di spagnolo “nivel 3”, ovvero terzo livello. Chissà, può essere che a ottobre farò anche il quarto… vedremo!
Come vedete nella foto, la mia classe era molto variegata (quella con la maglietta gialla è la “profesora”). Oltre a 10 nazionalità diverse erano rappresentate anche almeno 6 religioni: cristiana, ebrea, musulmana, indù, buddista e animista, e in più una dose di ateismo più o meno convinto. Quanta diversità… E quanta ricchezza! Condividere 6 settimane con persone di estrazione così differente mi ha costretto a pensare molto. Quante volte do per scontato che il mio modo di vivere la fede e la vita sia l’unico possibile. Continue reading