Con le porte aperte verso l’altro – Lettera di Giacomo dal Ciad

20180522giacomo07portaEccomi qui. Davanti alla pagina bianca… Cerco di trovare qualche manciata di parole per descrivere questo primo mese di Ciad nella parrocchia di Abéché.
Già, penso tra me e me mentre mi trovo davanti al foglio bianco, è già passato un mese. Mi sembra ieri il 10 aprile quando sono atterrato a N’Djamena accolto dal caldo tipico di questo periodo dell’anno che precede la stagione delle piogge.
Questo mese è stato ricco di volti, di presentazioni, di silenziosa scoperta, di viaggi per andare a incontrare le comunità della parrocchia.
Infatti mi trovo in una parrocchia grande circa come l’Italia, e i tre padri comboniani che sono in questa parrocchia (Filo, Bernard e David) cercando di visitare 2-3 volte l’anno tutte le comunità del territorio. Ed è così che ogni week-end parte una delegazione dalla città di Abéché, con due padri e tutti coloro che della città hanno voglia di partire fino a riempire la jeep in partenza. Molto spesso ci si ritrova sardine, fitti come sardine nella jeep in partenza, per il numero di persone che decidono di partire.  Continue reading

Con il cuore leggero e spensierato… Lettera di Giacomo (in Ciad) ai partenti per le esperienze estive

20180513ricci_giacomoCari partenti come state?
State sopravvivendo al mese di maggio?
Siete carichi per partire?

Prima di tutto mi sembra giusto presentarmi un pochino (visto che la maggior parte di voi non sa nemmeno che faccia ho, mentre per altri è fin troppo nota): mi chiamo Giacomo e ho 23 anni, se eravate presenti il 24 marzo alla GMG diocesana sono quello che ad un certo punto era faccia a faccia con il Vescovo per ricevere il mandato per la mia partenza per il Ciad, paese che si trova al centro dell’Africa)
In queste prime settimane dell’esperienza in Ciad, mi è capitato spesso di pesare a voi e allora… eccomi qui a scrivervi questa breve lettera in vista della vostra partenza! Continue reading

Messa e incontro con don Maurizio Setti

20180522setti_gesu_redentoreMartedì 22 maggio avremo la possibilità di incontrare don Maurizio Setti, missionario modenese in Brasile. Dopo tanti anni trascorsi nella diocesi di Goias, don Maurizio ha vissuto l’ultimo anno nella diocesi di Sao Gabriel da Cachoeira, in piena foresta amazzonica, al confine con Colombia e Venezuela. Il suo desiderio di spostarsi in Amazzonia è derivato anche da una richiesta specifica dei vescovi del Brasile di inviare missionari in questa terra e proprio per questo Papa Francesco ha convocato un Sinodo speciale per l’Amazzonia per l’ottobre 2019.
Ci aveva raccontato qualcosa di questa sua nuova esperienza prima di partire (video qui) e ora potremo ascoltare da lui direttamente le prime impressioni di questa esperienza di missione così nuova.
Don Maurizio in questo anno ci ha mandato molte foto e anche qualche video e ora abbiamo la possibilità di ascoltare da lui direttamente questa nuova esperienza.
Qui a fianco la locandina della serata da diffondere.
Ecco il programma della serata:
ore 19 messa
a seguire cena
ore 20,45 circa incontro/testimonianza con don Maurizio

Lettera di Giacomo da Abéché, Ciad

IMG_20180304_09311910 aprile, ebbene sì, ci siamo!
Sono le 4.30 del mattino quando il papà mi viene a svegliare! È ora di partire!
Ancora intontito finisco la valigia e carichiamo tutto sulla macchina direzione Venezia (figurati se non doveva esserci uno sciopero di Air France quel giorno…)
Riusciamo a giungere a Venezia e dopo il check-in e una colazione rapida è ora di imbarcarsi!
Arrivato a Parigi ho tutto il tempo per visitare tutto l’aeroporto e trovare un posto dove mangiare. Cambiano un paio di volte il gate dell’aereo diretto a N’Djamena per farci fare un po’ di ginnastica (ovviamente ci facevano spostare tra due gate che erano ai due estremi dell’aeroporto).
Finalmente, con un po’ di ritardo, si parte per N’Djamena.
Una volta arrivato vengo accolto dal caldo e da quell’odore che sa tanto di Ciad, che riempie l’atmosfera e le narici. Durante tutti i controlli, quando scoprono che sono italiano, iniziano tutti a farmi i complimenti dicendo che la Roma è forte, scopro cosi che ha vinto tre a zero contro il Barcellona! Continue reading

  Um viagem no viagem   Chi semina amore, raccoglie felicità 

20180417arianna_baccariniMartedí 10 Aprile, si parte.
Per dove ? Per un piccolo Stato situato nel cuore del Brazil, il Tocantins. Prima di partire, in uno degli incontri fatti con il responsabile del centro missionario ( Frenci per gli amici :) ) e la Madre superiora della congregazione, Suor Chidimna, avevamo parlato di un altro posto in Brasile, oltre a San Paolo, dove la congregazione lavorava, sempre con la crianças sorda, ma in maniera differente. E mentre me ne stavo seduta sul divano a sorseggiare the Sri Lankese, li ascoltavo parlare di questo Tocantins, un posto vicinissimo all’Amazzonia, delle suorine che lavoravano lì, con un caldo assurdo ma immerse nella natureza più incredibile e con la mente ho iniziato a fantasticare e a pensare se mai avrei avuto la possibilità di andare in questo posto, che appariva così lontano ed incredibile dai loro racconti.
Ed ora eccomi qua, con il piccolo trolley  prestato da irmã Eliene pieno delle cose da portare alle suorine di là e giusto qualche mio vestito, la borsa fatta, qualche paõ du queijo fresco per il viaggio e un bagaglio di emozioni che non entrerebbe neanche in due valigie da 23kg.  Continue reading